venerdì 22 agosto 2014

26/08/2014 - L'alba dietro le nuvole

Perdere le ali
e rovinare al suolo
e sentire il profumo acre della polvere
Non più l'aroma del vento impetuoso
e neppure l'odore discreto
impalpabile 
della brezza di una primavera
ormai dissolta
nei troppi anni
persi e logoranti
Perdere le ali
e credere
nonostante
l'evidenza
di riuscire ancora a volare
se non in alto
almeno sollevati un poco
dal suolo di una realtà
che va stretta
che sembra non appartenere più
a ciò che si credeva 
di essere
di valere
e di volere
Perchè volare
seppur per pochi attimi
regala l'illusione
di vivere ancora.
E se non si vola più....

6 commenti:

  1. Un saluto a tutti i frequentatori del blogghetto, coi quali vorrei scusarmi per il mio lungo silenzio. Mi rispecchio in pieno nella bellissima poesia che hai postato, carissima Mary, è triste quando non si riesce più a volare, neppure per pochi attimi.
    Non scrivo oltre per non rattristarvi, ma non ho dimenticato nessuno di voi.
    Ciao Mary, Lily, Edu, Aldo, Paola
    Vi saluto con il link a una canzone che rispecchia il mio stato d'animo
    http://youtu.be/2CPac2SXBo4

    RispondiElimina
    Risposte
    1. problemi, estrellita? ti sento alquanto giù.
      qualsiasi cosa tu abbia, ti auguro con tutto il cuore di uscirne.
      bacioni!!

      Elimina
    2. Grazie Lily, purtroppo il mio non è un problema che si possa risolvere. Ho un figlio di ventanni affetto da una grave disabilità che purtroppo ultimamente è peggiorato.
      Un abbraccio

      Elimina
    3. Ciao Est, coraggio!
      Un abbraccio a te e al tuo guerriero..con immenso affetto!

      Elimina
    4. P.S://www.youtube.com/watch?v=M3iJkS9vX7o

      Elimina
  2. accidenti, non puoi immaginare quanto mi fanno soffrire queste cose! credo che la sofferenza dei figli sia la cosa più terribile da sopportare.
    le parole servono a poco, e credo anche la comprensione e la solidarietà degli altri, ma ti faccio comunque tutti i miei più sinceri auguri.

    RispondiElimina